Villaggio diffuso | We are in Calabria

Chiamaci

+39 389 152 2749

Nduja

La 'nduja è un insaccato calabrese di consistenza morbida e dal gusto particolarmente piccante.

È tipica delle zone dell'altopiano del Poro: Spilinga (in provincia di Vibo Valentia) sarebbe il comune d'elezione, ma in realtà l'area di produzione è estesa a ben molti comuni, in particolar modo a quelli del versante tirrenico, a tal punto da fare della 'nduja un alimento tipicamente associato a tutta la Calabria. Preparata con le parti grasse del maiale, con l'aggiunta del peperoncino piccante calabrese, è insaccata nel budello cieco (orba), per poi essere affumicata.

Storicamente la 'nduja è un piatto povero, nato per utilizzare gli scarti delle carni del maiale: milza, stomaco, intestino, polmoni, esofago, cuore, trachea, parti molli del retrobocca e faringe, porzioni carnee della testa, muscoli pellicciai, linfonodi, grasso di varie regioni, ecc. Il successo commerciale è all'origine delle modificazioni attuali nelle diverse composizioni.

L’abbondante contenuto di peperoncino, con le sue proprietà antisettiche, fa sì che la 'nduja non abbia bisogno di conservanti.

Fonte wikipedia

PH di Lorenza e Vincenzo Iaconianni - Fotoguru.it, CC BY-SA 3.0, Collegamento

Gli ingredienti che servono:
2 kg di lardo di pancetta e altre parti grasse
800 gr di carne magra
1.400 gr di salsa di peperoni dolci
200 gr di peperoncino piccante macinato o a piacere
65 gr di sale Budella di maiale, già puliti e lavati, tenuti in acqua con le bucce di arancia. oppure si possono usare delle budella sintetiche, si comprano dal macellaio.
Preparazione
Durante la preparazione consiglio di usare i guanti usa e getta per evitare eventuali allergie al peperoncino.
La carne va macinata molto finemente, quando la si usa non devono restare pezzetti di carne, ma si deve stendere bene tipo una crema grossolana. Mettere la carne macinata e il lardo in un contenitore, ho aggiunto la salsa di peperone dolce, il sale, mescolare bene, poi ho aggiungere il peperoncino piccante macinato continuando a mescolare cosi da fare una pasta omogenea. Con il piccante ci si regola secondo i gusti senza dimenticare che la nduja va fatta piccante, il piccante lo perde un po con la stagionatura, ma se non lo amate tanto magari non esagerate. Insaccare nelle budella, legare tipo salsiccia o soppressata, facendo attenzione che non restino vuoti d’aria. Sistemare in una cesta per 12 ore e poi appendere ad asciugare.